Rafting sul fiume color smeraldo

Il fiume Isonzo, chiamato anche la “bellezza di smeraldo”, è conosciuto per il meraviglioso colore delle sue acque. È caratterizzato da un flusso costante tutto l’anno e grazie a questo si possono svolgere attività acquatiche per quasi sei mesi l’anno.   

Un’escursione di rafting su questo fiume è una delle tante attività che si possono fare e sicuramente una delle più divertenti, specialmente se si decide di farla con un gruppo di amici.  

Incuriositi da questa attività, decidiamo di provarla in una calda giornata di fine maggio. Prepariamo lo zaino e siamo pronti a partire. Il punto di partenza è in Slovenia e nella parte finale costeggiamo il fiume Isonzo, osservando alcuni variopinti kayak che affrontano le sue anse.

Soca Rafting

Arrivati al punto di ritrovo, gli istruttori ci spiegano brevemente ciò che dobbiamo sapere per affrontare al meglio la navigazione: come si tiene la pagaia, come posizionarsi sul gommone e come rispondere ai comandi della guida. Finito il briefing, ogni gruppo si carica i gommoni sulla testa e scendiamo verso il fiume. A turno saliamo sui gommoni e, appena siamo pronti, la corrente inizia a spingerci verso valle. Il letto del fiume non è molto ampio e quindi è una continua sorpresa a scoprire cosa si nasconde dietro la prossima ansa. Lungo il percorso incontriamo diverse onde e salti e l’esperienza diventa sempre più divertente e movimentata.

Divertente e Rinfrescante

Ovviamente il divertimento sta nell’affrontare ogni onda o salto che ci capita e infatti la guida lo sa bene e ci conduce in quella direzione. L’emozione del primo salto e poi… inizia il divertimento!!! Non vediamo l’ora di affrontare la prossima onda e farci rinfrescare dall’acqua del fiume. L’emozione dell’attività comunque non ci nasconde la bellezza del paesaggio circostante. Il colore azzurro intenso del fiume crea un meraviglioso contrasto con il paesaggio circostante: la montagna a picco sul fiume sembra accompagnarci durante questa divertente discesa. Oltre alle nostre risate e ai comandi della guida, non si sente alcun rumore, lo scorrere del fiume e qualche cinguettio, la natura ci circonda completamente.  

È giunto il momento di fare una pausa, dopo un’ora di pagaiata ne abbiamo proprio bisogno!!! Ci fermiamo vicino a un’imponente roccia che si specchia nel fiume che si trasforma in un trampolino per i tuffi!!! A turno ci arrampichiamo e ci buttiamo nelle acque smeraldine del fiume e approfittiamo per un veloce bagno rinfrescante. 

Adesso siamo pronti per ripartire. Anche il tratto finale non ci delude: le onde che si fanno strada tra i massi spingono il gommone, ma la guida ci conduce al meglio per assicurare una discesa sicura e, allo stesso tempo, divertente.  

Dietro l’ultima curva, intravediamo il punto di arrivo. Ultime pagaiate, la guida fa ruotare il gommone e “parcheggiamo” sulla riva. Scendiamo e, con le ultime forze, tiriamo il raft fuori dall’acqua.  

Siamo molto stanchi, ma felici di questa esperienza e, dopo esserci asciugati e cambiati, ci sediamo a rilassarci nel portico del bar, osservando le smeraldine acque del fiume che continuano a scorrere indisturbate lungo la vallata.